mercoledì 26 giugno 2013

Ultima tappa: New York, la grande mela




Eccoci giunti alla conclusione di questo lungo e indimenticabile viaggio nel continente americano, dove non poteva mancare una visita alla leggendaria città di New York. Con un volo diretto dall'aereoporto di Honolulu operato dalla compagnia Hawaiian airlines della durata di quasi 10 ore , abbiamo raggiunto New York city, atterrando all'aereoporto JFK alle 6.55 a.m. ora locale. Per una lista completa delle compagnie aeree in partenza da Honolulu verso il continente, visitate il sito www.honoluluairport.com ( tra i vari vettori troverete  Delta e American Airlines). Avrete infinite opzioni per raggiungere il cuore della città una volta atterrati: ( cliccate sul link dell'aereoporto  http://www.panynj.gov/airports/jfk.html  e visitate la sezione "Ground transportation") noi abbiamo scelto un operatore che effettua un servizio di  "shared ride" cioè corsa condivisa con altri passeggeri tutti diretti più o meno nella stessa direzione e questo ci ha permesso di abbattere i costi e viaggiare comodamente seduti in compagnia di pochi passeggeri. Visitate il sito http://www.goairlinkshuttle.com/ per ulteriori informazioni e prenotazioni . Se vi è possibile effettuate la prenotazione online qualche giorno prima di arrivare per non girare a vuoto nel megagalattico aereoporto di JFK!!!


DOVE DORMIRE

Anche in questo caso, la città di per sè vi offrirà un ampio ventaglio di soluzioni in cui soggiornare. Siate pronti in ogni caso a metter mano al portafoglio...New York è carissima, e non sempre offre alloggi che giustificano il conto stratosferico ma daltronde vi trovate a New York, la città degli eccessi, dello shopping sfrenato, di Wall Street, di Sex and the city e tutto torna no?! Io ho soggiornato presso "Staybridge hotel and suites", un'ottima struttura nel cuore di Manhattan a due passi da Times Square (per una sbirciatina...http://www.staytimessquare.com/ ).La mia camera disponeva di un pratico angolo cottura che mi ha consentito di risparmiare notevolmente sui pasti serali. Un'altra struttura rinomata e recentemente ristrutturata è "Affinia Manhattan" ( www.affinia.com e scegliete la vostra location preferita nel box in alto a sinistra). Ad ogni modo controllate www.booking.com ,www.venere.com, www.homelidays.it, www.craigslist.org (esattamente a questo link http://newyork.craigslist.org/vac/ ), www.iloveny.com ( sezione " where to stay"), www.nycgo.com e/o entrate in agenzia viaggio e fatevi dare un depliant su New York, dove troverete gli alloggi selezionati dai migliori tour operator che potete prenotare da soli attraverso una rapida ricerca su internet.


COME MUOVERSI

 

Potrà sembrarvi strano o almeno è quel che mi è apparso considerate le dimensioni della città  ( quantomeno dell'isola di Manhattan), ma il modo più facile per spostarsi in città è andare a piedi. La suddivisione a griglia in " Street & Avenue" faciliterà la vostra visita di New York ed il vostro senso dell'orientamento.  Cartina alla mano ,  un comodo paio di scarpe e siete pronti per l'esplorazione! Meno semplice potrebbe risultare districarvi nella comprensione dell'articolatissimo sistema di trasporto metropolitano di New York...Ho impiegato interi quarti d'ora sia in camera sia sotto la metro stessa davanti alla mappa a cercare di comprenderne il funzionamento e solo dopo tre giorni mi sembrava di averci capito qualcosa ( ma io " so un po' de coccio!" come si dice a Roma)! Tuttavia sono certa che se dovessi tornarci in un futuro prossimo , sarei costretta a ricominciare daccapo. A voi l'ardua impresa: visitate il sito www.mta.info per maggiori informazioni sulle linee, i percorsi ed i costi e non dimenticate di acquistare un abbonamento ( 7 days unlimited al costo di 30$ contro i 2.50 $ relativi al costo di un solo biglietto) se vi fermate per più giorni. Oppure prendete un "Yellow cab", il famoso servizio taxi della città reso ancor più celebre dai numerosi film e telefilm in cui compare. Dicono sia difficile riuscire a fermarne uno a meno che non abbiate un fischio molto potente...E allora cominciate ad esercitarvi da subito!! http://www.yellowcabnyc.com per prenotare una corsa, monitorare il traffico o reclamare un oggetto perduto durante una corsa.



DOVE MANGIARE






Sappiate che a New York, anche il più convinto dei salutisti, troverà difficile resistere alle mille tentazioni culinarie sparse per la città. Chioschi gastronomici di hot dogs, gelati, cup cakes, waffels farciti, hamburger multistrato sono disseminati ovunque, in ogni angolo di New York, pronti a prendervi per la gola non appena comincerete ad avvertire un leggero languorino allo stomaco! Lasciatevi tentare, siete in vacanza e qualche peccato di gola potete concedervelo (soprattutto se avete intenzione di usare le vostre gambe per esplorare il posto). Per non parlare degli innumerevoli Fast food, delle pizzerie e dei locali Starbucks ( assaggiate il frappuccino con sciroppo di caramello...) pronti a farvi girare la testa a qualunque ora del giorno. E se non dovesse bastarvi fate così: digitate sul vostro motore di ricerca "where to eat in New York"  e otterrete suggerimenti e consigli a non finire. Ne avrete per tutti i gusti e per tutte le tasche. Posso consigliarvi però almeno un paio di tappe: se avete voglia di un buon caffè italiano andate da Ferrara's, a Little Italy (195 Grand Street), una pasticceria ultracentenaria gestita ancora da italiani e assaggiate una deliziosa crepe  alla francese ( anche take away) da Pastis, un localino alla moda frequentato da gente del posto dove potrete anche pranzare (9th Avenue all'angolo con Little west 12th Street).







COSA VISITARE
 
 
Come ben saprete, potrei impiegare pagine su pagine ad elencarvi tutte le attrazioni presenti in città, ma non voglio annoiarvi e soprattutto non voglio ripetermi considerato che esistono le guide turistiche per liste più dettagliate, pertanto mi limiterò come sempre a raccontarvi la mia esperienza, lasciando a voi la possibilità di approfondimento!
Cominciamo dal basso:
 
          Lower Manhattan
  • Anzitutto recatevi a Battery Park (vi ci porta la metro , linea 1 fermata South ferry, linee 4 e 5 fermata Bowling Green, linee R e W fermata Whitehall) e prendete il traghetto che vi porterà in visita alla Statua della libertà e ad Ellis Island. Suggerisco di acquistare i biglietti online come ho fatto io in tutta sicurezza ed evitando le file , su questo sito : www.statuecruises.com . Al costo di 20$ a persona avrete libero accesso fin sulla corona della statua ma...MI RACCOMANDO PRENOTATE CON ANTICIPO, o rischiate di rimanere a bocca asciutta!
 
  • Fate un giro a Wall Street, e scattate una foto di fronte all'entrata della Borsa di New York o a fianco al Toro in bronzo che simboleggia i rialzi della borsa;
 
  • Visitate la Federal Hall, che originariamente ospitò il primo Congresso degli Stati Uniti e si erge esattamente nel punto in cui George Wahington prestò il suo giuramento ( oggi è un museo sulla storia della nascita degli Stati Uniti d'America ed è gratis);

  • Non perdetevi  il " National Museum of the American Indian", istruttivo, realistico e gratuito!
  • Fermatevi a meditare presso la Trinity Church, chiesa episcopale in stile neo-gotico che si erge tra i grattacieli nel cuore di Wall Street,  dove non è raro che gli impiegati vengano a rilassarsi durante la pausa pranzo;
  • Scattate una foto al City Hall, il Municipio , circondato da uno splendido parco con una fontana e percorrete a piedi il noto ponte di Brooklyn!



  • Recatevi a Ground Zero, dove una volta sorgevano le Twin Towers e osservate da vicino la meravigliosa opera di ristrutturazione del sito. D'obbligo una visita al Memoriale...;

  • Perdetevi tra le pittoresche stradine di Chinatown e Little Italy, Soho ( si trova tra Houston Street e Canal Street, west Broadway Street e Lafayette Street) con i suoi eleganti edifici in ghisa e Tribeca  sede del Tribeca film Center che ogni anno ospita il Tribeca Film Festival al quale accorrono le più note celebrità dello Star System americano;

























                                                                    




                                                                    I Village
 
 
 






Il West Village (o Greenwich Village) e l'East Village sono considerati dei quartieri anticonformisti, che ospitano,  dalla fine del XX secolo,  liberi pensatori , artisti, scrittori e poeti. Entrambi si estendono attorno a Washington Square Park dove potrete ammirare il Memorial Arch e l'Università di New York.  Passeggiate nel quartiere e fermatevi a riposare e ad osservare il variopinto popolo americano sui prati del parco. Numerose le chiese ( Church of the Ascension, First Presbyterian Church, Judson Memorial Church, Church of our Lady of Pompei)  le librerie ( tra le più rinomate la St. Mark's Bookshop 31st Third avenue e lo Strand Bookstore 828 Broadway) e i ristorantini multietnici. Se passate da queste parti  in inverno , sappiate che troverete dei locali eccellenti in cui assaggiare la cioccolata calda . A voi un paio di nomi: Chocolate bar ( 19,  8th Avenue) e Li-lac Chocolates (40 , 8th Avenue).
 
 
 
          Midtown South
 
          Proseguendo verso il cuore di Manhattan non fatevi mancare:
 
  • Un salto a Union Square dove si svolge il Green Market, un mercatino di prodotti biologici da assaggiare e acquistare (il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato);
  • Una visita ( preferibilmente serale) all'Empire State Building, uno dei più grandiosi edifici al mondo che  conta 102 piani per 380 metri d'altezza;

  • Una foto ricordo della New York Public Library, le cui sale spesso compaiono nelle scene dei più famosi film americani ;
 
  • Una passeggiata nel Chelsea, uno dei quartieri più dinamici di New York in cui sono dislocate circa 300 gallerie d'arte ( il Chelsea si snoda nel west side tra la 14th Street e la 30th Street);
  • Uno sguardo al Flatiron Building, opera architettonica singolare di Daniel Burnham (tra la 23th Street e la 5th avenue).

           Midtown North
 
           In questo settore di Manhattan troverete:
  • Il Chrysler Building costruito in onore del magnate dell'automobile Walter P. Chrysler 8tra Lexington avenue e la 42nd Street);
  • Il Rockefeller Center,  con il suo cortile all'aperto in cui ogni anno nel periodo natalizio, vengono allestiti  un gigantesco albero sfavillante di luci e una pista di pattinaggio sostituita in estate dal Rock center Cafè; per una vista mozzafiato di Manhattan, salite al 70° piano , al Top of the Rock Observation Center ( a pagamento...). Non dimenticate che in  uno dei 19 edifici di cui si compone il Rockefeller center, ha sede il Radio City Music Hall dove si esibiscono le famose ballerine Rockettes ( per gli amanti del genere è possibile acquistare un biglietto di accesso dietro le quinte denominato Stage Door Tours; date un'occhiata al sito www.radiocity.com/tours );





  • Il Museum of Modern Art (MoMa) per gli appassionati di arte moderna ;





  • La Carnegie Hall, celebre sala da concerto in cui Tchaikovsky fu tra i primi direttori d'orchestra;
  • La St. Patrick's Cathedral , principale luogo di culto cattolico in stile neogotico;
  • E finalmente, a mio avviso l'attrazione principale, Times Square ( se volete assistere ad un Musical, è proprio qui che troverete il noto botteghino Tkts dove potrete acquistare biglietti scontatissimi)!!! Vi sentirete travolti dalla folla e dalle luci come in uno stato di trance ipnotica...fatevi trasportare, siete nel cuore di New York! " I wanna be a part of it, New York New York....
 





              Upper east side
        E' qui che hanno sede: 
          . Il Metropolitan Museum of Art, con la sua collezione costituita da oltre due milioni di pezzi...probabilmente impiegherete una giornata intera a visitarlo tutto quindi se non avete molto tempo fermatevi solo nelle sezioni di vostro interesse!

                  . Il Guggenheim Museum, con la sua struttura a spirale simbolo assoluto di modernità opera dell'architetto Frank Lloyd Wright, considerato il più grande architetto americano di ogni tempo;
                  Da segnalare anche il National Academy Museum  con la sua collezione di opere d'arte americane risalenti ai secoli XIX-XXI, il Jewish Museum ( museo Ebraico) ed il Museum of the city of New York, che documenta la storia della città.
                       
                      Central Park
                       
                      Central Park non è un semplice parco cittadino ma una vera e propria istituzione. Polmone verde ed incontaminato della città, qui incontrerete ogni tipologia di newyorkese e centinaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo in cerca di un po' di quiete. Central Park è stata la mia prima tappa appena arrivata in città...Se come me appena sbarcati vi sentite mancare il respiro ( tutti quei grattacieli...tutto quel caos...all'inizio è dura abituarsi anche per chi come me abita in una grande città) , correte a Central Park per riappropriarvi di una dimensione più umana! Ricaricatevi di ossigeno e partite alla scoperta di New York. Qui  troverete diverse attrazioni: lo Zoo ( Central Park Zoo e Tisch Children's Zoo) , il Carosello e diverse giostreun'area attrezzata per il gioco dei bambini, il laghetto dove affittare barche e bici (Loeb Boathouse), la casa degli scacchi e della dama ( affittate i pezzi del gioco presso the Dairy, dove c'è l'ufficio informazioni), il teatro delle marionette (Swedish Cottage Marionette Theatre), il Belvedere Castle sede dell'Henry Luce  Nature Observatory e diverse sculture in bronzo altezza uomo come quella di Alice nel paese delle meraviglie e di Christian Andersen. Per una lista completa delle attrazioni visitate il sito www.centralparknyc.org .









                       
                       
                      
                      
                      Upper west side
                      Da non perdere il Lincoln Center for the Performing Arts , con la sua architettura, le sue sculture e le sue numerose esibizioni (info su www.lincolncenter.org ) e l'American Museum of Natural History (www.amnh.org) .
                          Heights e Harlem
                          Nella punta nord dell'isola di Manhattan , troverete i due quartieri di  Harlem e Washington Heights dove oggi convivono pacificamente un misto di culture (cinesi, dominicani, afroamericani, ecuadoriani). Degne di nota, la Columbia University, la Cattedrale di St. John the Divine ( oggi ancora incompiuta) , ed il General Grant National Memorial, imponente mausoleo eretto in onore del Presidente Ulysses S. Grant  (1822-1885), che si distinse durante la guerra civile combattendo con le forze unioniste. E se avete la possibilità passeggiate per il quartiere senza mèta alla scoperta dei luoghi della rinascita culturale afroamericana.
                                NON FATEVI MANCARE....
                                   
                                  Percorrete l'intera HIGH LINE, la ex ferrovia sopraelevata in disuso, adibita tra gli 1930 ed il 1980  al rifornimento di alcune industrie dell'area occidentale  di New York , oggi completamente restaurata grazie ad un'associazione di cittadini (Friends of the high line) e trasformata in un parco pubblico  in stile zen su una passerella che si snoda tra Gansevoort Street (Meatpacking district) alla  West  34th Street. Diverse sono le aree di accesso tramite ascensore o scale. Per maggiori informazioni visitate il sito dedicato www.thehighline.org .
                                   




                                        Godetevi una giornata fuori dalla calca di New York passeggiando sul lungomare di CONEY ISLAND...Fermatevi alle giostre e provate il brivido  della famosa ruota panoramica (Wonder Wheel) e prima di andar via mangiate un panino da Nathan's , aperto dal 1916. Si può arrivare a Coney Island direttamente con la metro dal centro di New York ( visitate il sito  del trasporto pubblico www.mta.info per conoscere il tragitto).






                                                LAST BUT NOT LEAST...LET'S GO  SHOPPING!!
                                                Credo non ci sia bisogno che io vi dica che a New York ci si viene anche per lo shopping... La città è un centro commerciale a cielo aperto! Dietro ogni angolo negozi di ogni genere in cui vi attende l'affare del momento. Tutto ha un costo minore rispetto all'Italia, in particolar modo le scarpe e le marche di abbigliamento americane. A parte Macy's, ormai inflazionato, non disdegnate i negozi Old Navy, Strawberry, Bolton's e i negozi della catena  Daffy's sparsi ovunque per  la città. Se volete acquistare scarpe da ginnastica delle marche più note, fermatevi da Foot Locker dove troverete anzitutto un'atmosfera più discreta rispetto a quella stile "mercato del pesce" che vi propinano in Italia ( non me ne vogliano i commessi italiani ma almeno in America non ti forzano a comprare "le suolette"!) , e prezzi che qui non trovate nemmeno agli Outlet. Per lo shopping di lusso, percorrete la 5th Avenue con le sue vetrine patinate. E come sempre, siate curiosi e seguite il vostro istinto e non potrete sbagliare: "l'affare è sempre dietro l'angolo" come ama asserire Luca!
                                                    Bene, anche stavolta siamo giunti al termine di questo lungo viaggio. Grazie per avermi seguita e ricordate che se avete bisogno di un consiglio o sentite la necessità di aggiungere dei particolari ai miei racconti potete scrivermi attraverso la sezione dei commenti.  

                                                      Nessun commento:

                                                      Posta un commento

                                                      I think...